top of page

Nuovi problemi per Genio 21

In Spagna non le mandano a dire nell'inchiesta a firma dei giornalisti Marta Freixanet e Ferran Moreno.



"Uscita dopo 10 anni dalla setta" racconta una ex collaboratrice e il sottotitolo riporta "La società Genius Course continua a reclutare ogni giorno giovani per le strade di Barcellona con promesse di tecniche di studio, ma finisce per avere una struttura piramidale per reclutare nuovi seguaci".


Nel corpo dell'articolo si legge:


<< Dopo quasi 10 anni in una setta, è riuscita a uscirne. Ha fatto quello che gli psicologi chiamano "il clic". Ora sta bene, ma è stato un processo difficile: "Ho sofferto di uno stress post-traumatico incredibile. Ero sotto medicazione e seguita da uno psicologo diverse volte alla settimana perché sognavo che venissero a uccidermi".


Ha perso il rapporto con i suoi genitori, i suoi amici e quella che fino ad allora era la sua compagna.


"Quando esci devi ricostruire la tua vita. Non hai risparmi, non hai studi... Hai molto lavoro e devi prenderti cura di te stesso".


Aveva perso il contatto con il suo ambiente, ma anche con il resto del mondo. "Tutto ciò che è successo in Catalogna e l'1 ottobre... Non sapevo nulla. Quando ho visto i video sono rimasta sconvolta".


Dietro tutto ciò c'è l'azienda Curso Genius. Sono nati in Italia, ma hanno sedi in cinque paesi europei e uno dei luoghi in cui hanno più presenza è Barcellona, con l'ufficio principale in Plaza Urquinaona. Ce lo racconta una delle vittime, che vuole mantenere l'anonimato.


"Non è ancora stata denunciata né è stato fatto nulla perché quando esci da lì l'ultima cosa che vuoi è rivivere ciò che hai vissuto".


Il reclutamento in strada con un volantino


Tutto comincia con una scena così quotidiana come quando qualcuno con una cartella ti ferma per strada per offrirti qualcosa. In questo caso, si tratta di ragazzi e ragazze che fermano altri giovani.


Per questo si collocano in luoghi molto frequentati come piazza Catalunya o fuori dalle università. Consegnano loro un volantino dove c'è solo una foto e una frase che dice: "E se fossi un 10?"


Davanti all'intrigo di questa domanda, vogliono saperne di più. Quello che offrono sono corsi di memorizzazione che promettono di essere infallibili.


Per convincerli, fanno una dimostrazione. "Dimmi 20 numeri casuali". La conversazione continua e quando è già passato un po' e chiunque li avrebbe dimenticati, ripetono i numeri. In avanti, all'indietro o saltati.


Si guadagnano la loro fiducia e li hanno già in pugno. Così quando li invitano a fare una videochiamata per mostrare loro in modo più approfondito le tecniche che insegnano non è difficile che accettino.


La videochiamata può essere di gruppo o individuale. In ogni caso, due ore durante le quali, tra più trucchi di memorizzazione, loro gli vendono un corso intensivo di fine settimana che promette di cambiare per sempre il modo di studiare.


Poiché il corso avrà un costo, e chi sa se per contribuire all'apparenza innocua di tutto ciò, a volte anche i genitori si collegano alla videochiamata.


Il prezzo, però, non arriva fino alla fine: 2.547 euro che se si affrettano a prenotare possono ridursi a 1.947.


Insistono sull'opportunità di fare un acconto in quel momento stesso, per non perdere lo sconto o perché il corso si riempirà così rapidamente che rimarranno senza posto. Poi, se necessario, potranno pagare a rate.


Coloro che partecipano al corso affermano che le tecniche funzionano e i giovani riescono a fare cose di cui non avrebbero mai immaginato di essere capaci.


I trucchi che gli istruttori di Genius hanno insegnato loro non li hanno scoperti da soli. Si tratta delle famose tecniche di Campayo, che si basano sugli aspetti visivi, associativi ed emotivi della memoria.


Per alcuni partecipanti, il loro contatto con il corso Genius si concluderà qui, ma per altri, questo sarà solo l'inizio di una storia molto più lunga e oscura che se sapessero come finirà, non inizierebbero neanche.


"Un conoscente mi ha detto che gli ha cambiato la vita, che è stato un prima e un dopo e mi sono iscritto".


La nostra testimone stava attraversando una situazione familiare complicata e questo aveva conseguenze sui suoi studi: "Al corso vedo che le tecniche funzionano molto bene con cose pratiche dei miei appunti".


Non solo l'ha aiutata in questo ambito, ma si è anche trasformato in un luogo accogliente dove si divertiva. Gradualmente, però, le tecniche di memorizzazione sono state messe in secondo piano e si è iniziato a parlare soprattutto di crescita personale:


"Ti dicevano che non siamo solo cervello, ma anche emozioni e che influenzano anche gli studi. Con questa scusa iniziavano a parlarti del rapporto con i tuoi genitori e ti facevano pensare che per essere felice dovessi cambiare cose".


È a questo punto che le offrono di entrare in un'accademia di introspezione personale chiamata Soft Skills Academy: "Mi sentivo come se fossi una famiglia in cui stavo entrando. Davvero mi facevano sentire amata e questo mi faceva venire voglia di tornarci ogni settimana".


I suoi compagni di accademia sono diventati i suoi amici con cui trascorreva gran parte del suo tempo.



L'evento definitivo, un corso solo per i migliori


In questa accademia è stato raccontato loro di un esclusivo ritiro del fine settimana a cui solo i migliori potevano accedere: il corso Eagle.


"Eagle è come il corso definitivo che ti cambierà la vita al 100%, dove potrai superare le tue insicurezze, i tuoi traumi... Ti dicono che sarai una persona nuova".


Per entrare devi superare un esaustivo test di memoria e ottenere nuovi iscritti al corso Genius: "Una delle cose che ti dicono è che non dovevi pensare all'iscritto in sé, ma piuttosto che stavi dando la possibilità a qualcuno di cambiare la propria vita come loro i hanno fatto con te".


Chiunque abbia creato l'Eagle non può spiegare cosa c'è dentro. L'unico modo per scoprirlo è partecipare: "Mi hanno detto che sarebbero stati tre giorni in cui non avrei potuto avere stimoli esterni. Mi hanno portato via il cellulare e l'orologio perché non sapessi l'ora, non potevo aprire finestre in modo che non si potesse vedere la luce del sole o sapere che ora fosse"


Nell'Eagle, i partecipanti non possono parlarsi e nemmeno stabilire un contatto visivo. È loro vietato assumere caffè, gomme da masticare o qualsiasi altro stimolante. E dovranno essere sempre accompagnati da un istruttore, anche per andare in bagno e per dormire.


"Se voleva poteva baciarti, semplicemente perché come istruttore poteva fare quello che voleva. E tu ti sentivi fortunato ad essere stato scelto".


Durante la dinamica, ogni partecipante deve presentarsi davanti agli altri e sottoporsi ad un interrogatorio pubblico con domande di ogni genere: "Ti fanno domande di ogni genere, dal tuo orientamento sessuale a cosa pensi del sesso, ti chiedono anche com'è la tua struttura familiare, quali sono i tuoi traumi, se li hai superati o meno... Esci da lì confuso, ma ti dicono che la confusione fa parte del cambiamento".


Alla fine del ritiro, iniziano a parlare con loro della possibilità di creare un proprio franchising Genius e di guadagnarsi da vivere.


"Devi iscriverti perché quando sei un leader e hai una crescita personale elevata, riesci ad avere abbastanza carisma per convincere le persone, in modo che le persone facciano quello che vuoi tu, in modo che si iscrivano al corso".


Convivenza in comunità e con regole ferree


Per questo motivo è necessario prima andare a convivere con altri del gruppo e poi dedicarsi esclusivamente a far iscrivere le persone al corso dal lunedì alla domenica.


"Vivevamo come meglio potevamo, davvero. Abitavamo tutti nella stessa casa. E io condividevo un letto, ho sempre condiviso un letto. Non potevi entrare in casa finché non avessimo raggiunto tutti la meta. Se eri in ritardo sei stato multato e le multe erano grandi per l'istruttore".


Ma gli anni passano e la promessa di un proprio franchising non arriva mai. "Ci è sempre stato detto che non era abbastanza, che non eravamo ancora abbastanza pronti per essere istruttori".


Il tuo unico destino è continuare a reclutare, ampliare la base e arricchire i vertici dell’azienda, cosa che, finora, non ha avuto conseguenze legali sul suo modus operandi.>>




L'articolo è corredato da un filmato che potete vedere qui


Su Instagram inoltre si può ascoltare questa testimonianza



E mentre la Spagna avvia questa inchiesta, in Italia l'Onorevole Stefania Ascari interroga il Ministro dell'Interno, quello dell'Istruzione e quello delle Imprese e del Made in Italy, sottolineando la presenza nella nostra nazione di "una pletora di società e aziende basate sulla tecnica del multilevel marketing (MLM) che promuovono programmi motivazionali, di coaching, di business, e altro, oggetto di vicende dai contorni spesso poco chiari o dedite, talora, a operare con particolare spregiudicatezza, tanto da essere incappate nelle attività delle autorità di controllo o finite nelle aule di giustizia".   

Secondo l'Interrogante "Quasi sempre l'opera di proselitismo risulta basata su mirabolanti promesse di arricchimento, carriera, auto-trasformazione e successo personale ancorché solo una risibile percentuale dei partecipanti giunga ai prospettati risultati;

   le stesse tecniche di comunicazione e coinvolgimento degli affiliati, secondo quanto rilevato da autorevoli fonti italiane ed estere, sarebbero sovente analoghe a quelle utilizzate nelle cosiddette «sette del potenziale umano» o «psicosette»;

   al verosimile fine di rendere difficoltoso l'intervento delle autorità o quantomeno nel tentativo di offrire una immagine ripulita di sé stessi, taluni di questi gruppi avrebbero nel tempo modificato il loro volto e denominazione ma non le proprie modalità d'azione".

Tra queste viene menzionata anche Genio 21, ex Your Trainers Groups & High Consulting.


E' possibile leggere l'intero testo della interrogazione al seguente link: https://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/02876&ramo=CAMERA&leg=19


E mentre si resta in attesa che i Ministri interrogati rispondano, prendendo anche dei seri provvedimenti nei confronti di chi adotta comportamenti abusanti, siamo fiduciosi che Genio 21 possa accogliere le critiche riportare per effettuare reali cambiamenti nel proprio modus operandi.






Comentários


bottom of page