Ritorno Presidente del CeSAP

A qualcuno potrà piacere poco la notizia, a qualcun altro invece sì. Ognuno in effetti dirà la sua a riguardo. Ma l’assemblea ha deciso democraticamente e quindi sono ritornata, con tutti gli onori e gli oneri che questo ruolo comporta, ad essere Presidente del CeSAP. Malgrado le differenti presidenze, il CeSAP ha sempre avuto un comune obiettivo, quello di informare su un fenomeno, quello settario e abusante, e di aiutare e sostenere le vittime. Ciascuno di noi porta avanti questo obiettivo con quelle che sono le sue competenze e le sue intuizioni, ma mai da solo. Tra noi c’è una viva intesa e attiva e quotidiana collaborazione. Nessuno di noi decide per proprio conto. E soprattutto nessuno decide senza aver approfondito una vicenda con l’aiuto di equipe di professionisti e studiosi.
Sono comunque lieta di guidare ancora l’associazione che ho fondato e che curo da anni come fosse una mia figlia, ma con la consapevolezza di crescere con lei e con chi ne fa parte ogni giorno. Insieme continueremo la nostra attività.

Hold Up: come il complottismo seduce le star (e perché è un pericolo anche per noi)

“La risposta a questo cambiamento la troviamo sia nella letteratura scientifica che nella casistica clinica”, ci spiega Lorita Tinelli, psicologa ad indirizzo clinico e di comunità. “ll complottista è colui che usa un pensiero primitivo e quotidiano per analizzare la realtà, determinato dal primo cervello, quello emotivo, che non passa al vaglio della razionalità. Un modello intriso di pregiudizio e superstizione”.

Leggi qui l’intero articolo