Header image alt text

Lorita Tinelli

Prefiero morir de pie a vivir arrodillado – Il Che

 

Da La Gazzetta del Mezzogiorno del 27 maggio 2017

 

L’intervento dell’Assessore alla Cultura Lorita Tinelli alla conferenza stampa di presentazione del Piccolo festival della parola che si è svolta questa mattina a Bari presso la Sala Guaccero del Consiglio della Regione Puglia

QUI IL PROGRAMMA –> www.piccolofestivaldellaparola.it

Intervento Assessore Tinelli

gli alunni espongono i propri lavori in blbioteca

By on

NOCI – «Prendete un foglio bianco e coloratelo di sogni». È l’augurio che il dirigente scolastico Giuseppe D’Elia rivolge agli studenti della scuola Tinelli che venerdì 19 maggio hanno preso parte ad uno dei tre incontri conclusivi organizzati a chiusura del progetto “Di storia in storia… viaggio in Biblioteca”, promosso e realizzato dalle scuole dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo “S. M. Pascoli-1° Circolo” e dalla Biblioteca comunale “Mons. A. Amatulli”.

Obiettivo del progetto, curato dall’insegnante Dora Villino in collaborazione con il direttore della biblioteca Giuseppe Basile, è quello di stimolare i ragazzi alla lettura e alla conoscenza della biblioteca. Il ciclo di incontri mette in correlazione il lavoro laboratoriale messo in atto dai piccoli alunni con le proprie famiglie all’interno del contenitore culturale cittadino per eccellenza quale la biblioteca comunale.

biblioteca-rappresentanti-istituzionali

Ad aprire il ciclo d’incontri mercoledì scorso sono stati gli alunni dei plessi “Lamadacqua” e “Guarella”. All’incontro di venerdì invece hanno preso parte anche il sindaco Domenico Nisi e l’assessore alla cultura e offerta formativa Lorita Tinelli. «Sono venuto semplicemente a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo progetto, grazie alle insegnanti e al direttore per il lavoro che avete svolto», dice il primo cittadino che rivolgendosi ai ragazzi prosegue: «Grazie a questi incontri avete conosciuto uno tra i tanti pezzi, se non tra i più importanti, della città, fatene tesoro». Sulla scia dei ringraziamenti anche l’assessore Tinelli che rivolge un appello: «Volevo ricordare che anche quest’anno si rinnova l’invito a regalare i libri alla biblioteca così da poter dare ad altri bambini e ragazzi l’opportunità di poter leggere». Chiude il giro d’interventi il preside D’Elia: «il mondo è cambiato, internet fornisce notizie in tempi rapidissimi ma la carta stampata e l’odore dell’inchiostro nessun tipo di tecnologia lo può sostituire. Abituare i più piccoli a vivere la biblioteca come estensione della loro realtà è il primo passo per continuare ad avere un rapporto materiale con i libri e pertanto invito i genitori a non fargli mancare mai qualcosa da leggere».

Il ciclo di incontri conclusivi si chiuderà domani, lunedì 22 maggio, con la visita in biblioteca degli alunni del plesso Seveso.

Fonte: http://www.legginoci.it/2017/05/21/si-chiude-di-storia-in-storia-gli-alunni-espongono-i-propri-lavori-in-blbioteca/

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 19 maggio 2017

 

 

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, sMS

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

L'immagine può contenere: sMS

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

L'immagine può contenere: sMS

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

L'immagine può contenere: sMS

 

L'immagine può contenere: sMS

 

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

 

public/

Ieri 20 aprile, presso il Chiostro delle Clarisse, l’Amministrazione comunale ha presentato la nuova Carta dei Servizi Sociali, la seconda per questa amministrazione, più ricca e completa rivolta a minori e famiglie, adulti, anziani e disabili. Gli obiettivi fondamentali sono l’attivazione di un dialogo con la comunità e il garantire un maggiore benessere a chi potrà farne uso.

Presenti l’assessore alla Socialià Lorita Tinelli, la dott.ssa Anna Maria Conte (responsabile del settore Socio-Culturale del Comune di Noci) e la coordinatrice dell’Uffico di Piano-dell’Ambito Putignano, dott.ssa Giulia Lacitignola che, nel suo intervento, ha voluto soffermarsi sui principi che regolano l’erogazione dei servizi pubblici: eguaglianza, imparzialità, continuità e partecipazione. A chiudere la conferenza sono stati gli interventi delle cooperative presenti: ADE (Associazione domiciliare educativa), Centro Antiviolenza Andromeda, Occupazione Solidarietà, Cooperativa SoleLuna, Noci Banco solidale e Associazione Nero e non solo che saranno a  disposizione della cittadinanza per illustrare servizi offerti e modalità d’uso della nuova Carta.

La Carta dei Servizi, nata nel 1994 come strumento di tutela dei cittadini, si è rivelata efficace strumento per il miglioramento del benessere collettivo ed è stata definita durante l’incontro “strumento vivo” e, in quanto tale, in costante aggiornamento.

Fonte: http://www.nocigazzettino.it/2981/Presentata%C2%A0la%C2%A0Carta%C2%A0dei%C2%A0Servizi%C2%A0Sociali.html

 

Il Comune di Noci, per tramite della Biblioteca comunale di Noci (Bari) – Italy, ha aderito al progetto “Leggere facile, leggere tutti” promosso dalla Biblioteca Italiana per Ipovedenti – B.I.I. Onlus, per favorire presso la cittadinanza, e in particolare la potenziale utenza speciale, la promozione e la divulgazione del servizio di lettura facilitata.

Grazie alla donazione, da parte della B.I.I. ONLUS, la nostra biblioteca sarà dotata di libri a grandi caratteri per ipovedenti, per anziani con la vista e altri soggetti con minorazioni visive non classificabili legalmente. In questo modo sarà possibile arricchire il patrimonio librario specifico per una tipologia di utenza svantaggiata, qual è appunto quella delle persone ipovedenti e delle persone con disturbi visivi in genere.

«La nostra Biblioteca comunale cerca di mettere in pratica i princìpi espressi nel Manifesto UNESCO per le biblioteche pubbliche, il quale prevede che i servizi offerti siano accessibili a tutti – ha ricordato l’Assessore alla Cultura, Lorita Tinelli. – L’istanza presentata dalla Biblioteca Italiana per Ipovedenti è risultata, dunque, perfettamente in linea con quei principi che già informano il servizio bibliotecario e non poteva che trovare da parte nostra piena e convinta accoglienza, anche nell’ottica di favorire l’inclusione sociale di categorie svantaggiate».

«La crescita di una comunità sana e civile passa per la formazione e l’informazione. Per questo le istituzioni devono facilitare in ogni modo possibile l’accesso all’istruzione, alla cultura e alla lettura – ha aggiunto il Sindaco, Domenico Nisi. – Aderendo a questo progetto, offriamo un servizio che credo pochissime biblioteche in piccoli comuni come il nostro sono in grado di offrire. Noci deve esserne fiera».

L'immagine può contenere: persone sedute, tabella e spazio al chiuso
Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1285638938158271/?type=3&theater

By on

NOCI – Per festeggiare i dieci anni di attività, l’Università della Terza Età di Noci ha celebrato, il 1° marzo 2017, la cerimonia inaugurale del 10° anno accademico all’interno del chiostro di San Domenico. Ospite dell’evento il Prof. Francesco Sabatini, linguista, filologo e lessicografo, attualmente presidente onorario dell’Accademia della Crusca, di cui è stato Presidente dal 2000 al 2008. L’incontro è stato un modo per presentare al pubblico nocese il suo ultimo libro Lezioni di Italiano, uscito lo scorso novembre, dal quale si è partiti per sostenere un dibattito sulla lingua italiana.

«La grammatica è un meccanismo che abbiamo dentro e si è formato da quando siamo nati», ha commentato il professore, rispondendo alle domande della professoressa Elisabetta Intini, moderatrice dell’incontro. «Non è un pensiero astratto, lo dice la scienza. La lingua è qualcosa che ci caratterizza come specie e noi la apprendiamo senza le regole. La lingua è dentro di noi e noi siamo tra le sue braccia». Tanti i temi trattati durante la serata, come il passaggio dall’apprendimento spontaneo alla scrittura, i rischi dell’abbandono della scrittura manuale a favore delle tastiere di pc e cellulari, fino al tema molto attuale che vede i ragazzi in difficoltà sia nel leggere che nello scrivere.

uten-sabatini-intini

Per affrontare il tema sulla trasformazione della lingua, invece, è il numeroso pubblico a intervenire con le sue domande. Sono tante le curiosità poste al professore, dai numeri romani alla parola eccetera, ai nuovi termini come petaloso e all’uso delle parole straniere nel nostro lessico. Infatti, sono stati tanti i nocesi accorsi per assistere alla lezione del professor Sabatini, i quali hanno affollato il piccolo chiostro, solo come poche volte accade durante le manifestazioni nocesi.

Sicuramente il professore farà ricordo e tesoro dell’incontro nocese, sia per il caloroso supporto ricevuto, sia per le numerose donazioni, come un libro sulla nostra cittadina e un volume sul Museo Diffuso di San Domenico, nonché un quadro dal titolo Chiesetta nella campagna nocese di Nicola Zaccaro, socio decano dell’UTEN.

Infine, il presidente dell’UTEN Cesareo Putignano ha ringraziato tutti coloro che sono intervenuti alla manifestazione, la scuola superiore Agostino Agherbino, nelle persone dell’ex dirigente Luigi Albanese e del responsabile della sede di Noci Vito Millefiori, i quali hanno aperto da un po’ di anni le porte dell’istituto ai corsi dell’Università nocese e l’assessore Lorita Tinelli, la quale ha portato i saluti del sindaco. Inoltre, per tutta la durata dell’incontro Lucrezia Orlando, al clarinetto, e Letizia Cassone, alla chitarra, dell’Associazione Musico-Culturale AULOS, hanno intrattenuto i presenti con degli interventi musicali e la libreria Los Primos ha distribuito alcune copie del libro del professore Sabatini, il quale le ha gentilmente firmate a conclusione dell’incontro.

uten-sabatini-pubblico

Fonte: http://www.legginoci.it/2017/03/03/il-prof-sabatini-inaugura-il-10-anno-accademico-uten/

Creative Commons License Il prof. Sabatini inaugura il 10° Anno Accademico UTEN is licensed by Lorita Tinelli under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0 United States License.