L’intervista che non è piaciuta a qualcuno

“Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri” – George Orwell

“C’è chi recupera la propria reputazione, deturpando quella degli altri” (Cit.)

“NEMICO – ORDINE SP. Fair game. Può essere privato della proprietà o danneggiato con ogni mezzo da qualsiasi scientologist senza che lo scientologist venga disciplinato. Può essere imbrogliato, querelato, gli si può mentire, può essere distrutto” – HCO PL 18 Ott 67 Issue IV, Penalties for Lower Conditions

“«È diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà d’informazione e di critica, limitata dall’osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede. Devono essere rettificate le notizie che risultino inesatte e riparati gli eventuali errori.” Art. 1 del codice deontologico del giornalista

————————————–

Ringrazio gli amici dell’AIVS per aver postato la mia intervista sul loro canale youtube. Di fronte alla censura con minacce di ricorrere a carte bollate, bisogna far fronte comune. La libertà di espressione è garantita ancora nella nostra nazione e mi piace ricordare in questa occasione l’Art. 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo del 1948: Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

E’ ovvio che libertà di espressione è diversa dalla libertà di attaccare personalmente qualcuno, di diffamarlo, di screditarne la sua credibilità andando a cercare col lanternino il posto delle virgole nei suoi scritti o una parola mal detta nei suoi discorsi.

Giungere a questi livelli da III anno della scuola dell’infanzia (con tutto il rispetto delle intelligenze di quei bambini) è davvero indicativo del valore morale delle persone che adottano certi metodi inutilmente censori e intimidatori, nonchè delle loro reali intenzioni. Ma tant’è.

Sono davvero pronta a discutere di questo e di altri argomenti similari, che ormai mi coinvolgono dal 2006, in tutte le sedi necessarie. Credo che i tempi siano sufficientemente maturi per scoperchiare le tante dinamiche agite nel “favore dell’ombra delle tenebre”.

Per il momento grazie a tutti coloro che mi sostengono.

Il Covid-19, le teorie del complotto e l’ombra delle sette. Intervista all’esperta

Cosa succede nella mente di una persona che cede a una teoria complottista? Qualcuno può approfittare del momento di confusione e fragilità che stiamo vivendo? Ne abbiamo parlato con la psicologa Lorita Tinelli, che da anni si occupa di sette e dinamiche manipolative. 

articolo di

Giusy Gullo
Editor

Continua a leggere qui:

https://www.deabyday.tv/salute-e-benessere/mente-e-psiche/article/6689/Il-Covid-19–le-teorie-del-complotto-e-l-ombra-delle-sette–Intervista-all-esperta.html

Nuova intervista sulle sette e sui sostenitori delle stesse

Art. 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo del 1948: Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere

Lavorare nello spettacolo ai tempi del virus: mio intervento su Radio Rai 3

La cultura al tempo del virus. Fare e partecipare, ascoltare e incontrare, in sicurezzaCome si concilia in questo tempo l’esigenza di mantenere in vita le manifestazioni, i festival, i concerti, lo spettacolo dal vivo, tutte quelle attività culturali che prevedono socialità e scambio e che fanno parte di un settore già molto colpito, e le esigenze di sicurezza, distanziamento, protezione?

Gli ospiti

Roberto Meglioli
, promoter, faparte di PER (Promoter Emilia Romagna) gli invisibili, il  12 settembre scorso in Piazza Maggiore a Bologna hanno organizzato un concerto condiversi artisti e con il pubblico, stasera con Vinicio Capossela alla Reggia di Colorno vicino Parma organizzano il terzo concerto di questo progetto

Andrea Cusumano, nuovo curatore insieme a Lea Iandiorio di Letterature, che inquesti giorni sta andando in scena nella veste di Insieme, il festival chesi è aperto ieri a Roma e che riunisce le tre principali manifestazionieditoriali della città, Libri Come e Più Libri PiùLiberi, saltate a causa del covid. Insieme dura fino a domenica e si svolge tral’Auditorium Parco della Musica, Massenzio e Palatino. Cusumano è anche regista insieme a Fabrizio Arcuri dello spettacolo Ode Laica per Chibok e Leah che è andato in scena ieri sera al Palatino e che replica stasera. 

Giovanni Maga, virologo e direttore dell’Istituto di genetica molecolare del CNR di Pavia 

Lorita Tinelli, psicologa fondatrice del CESAP – Centro Studi sugli abusi psicologici

Vinicio Capossela, cantautore, polistrumentista, stasera alla Reggia di Colorno (Parma) terrà il concerto PerGli invisibili dal titolo “Edipo a Colorno Labirinti, mostri eeclissi degli invisibili al tempo degli spettacoli limitati”.  Sitratta del terzo evento del progetto PER GLI INVISIBILI. Capossela èanche ideatore e curatore dello Sponz fest che si è tenuto quest’anno dal 25 al30 agosto a Calitri, nei comuni limitrofi dell’Alta Irpinia, dellaValle del Sele e verso il mare, dalle sorgenti dell’Ofanto fino alla foce del Sele.

ascolta qui: https://www.raiplayradio.it/audio/2020/09/TUTTA-LA-CITTAapos-NE-PARLA—Lavorare-nello-spettacolo-ai-tempi-del-virus-d2103e22-f03c-4a6a-a6ce-d01aadfb6272.html?fbclid=IwAR0BwvfwjIU1yjiEkZTDVy_ROtbHvVIkIOWSlVREjuLh2wTmTsQnb9iHzDA