Header image alt text

Lorita Tinelli

Prefiero morir de pie a vivir arrodillado – Il Che

NOCI (Bari) - Il consiglio comunale all’unanimità, caso raro in questo consiglio comunale, ha votato venerdì scorso per l’approvazione del nuovo regolamento per l’erogazione di interventi per il sostegno sociale e l’inclusione sociale attiva. Un provvedimento ben accolto da maggioranza e minoranza che hanno dato prova di sinergia nell’ammodernare un regolamento che va a disciplinare le modalità di intervento per il sostegno sociale e l’inclusione sociale attiva. Meno discrezionalità e maggiori criteri oggettivi le parole che più spesso sono risuonate nell’aula in occasione dell’approvazione.

Approvazione regolamento per l’erogazione di interventi per il sostegno sociale e l’inclusione sociale attiva. Revoca delibera di C.C. n.6 del 12/02/1991 così come modificata dalla delibera di C.C. n.30 del 30/11/1994 e revoca delibera di C.C. n.169 dell’11/11/1984.

L’assessore all’inclusione sociale, Lorita Tinelli, ha relazionato venerdì scorso in merito al secondo punto all’rordine del giorno, cioè la delibera di adozione del nuovo regolamento per l’erogazione di interventi per il sostegno sociale e l’inclusione sociale attiva. Un regolamento frutto di una intensa attività di confronto partecipato con varie realtà associative che si occupano di emergenze sociali, i CAF, il Banco farmaceutico ed il Banco Alimentare, oltre alle commissioni consiliari servizi e politiche sociali ed affari generali. Un regolamento che fissa a € 5.000 di reddito ISEE il tetto massimo per poter aver accesso al sostegno sociale; stabilisce l’introduzione di un sostegno “una tantum” ed introduce il “servizio civico”.

Unanime il coro di apprezzamento da parte di tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza per il lavoro svolto dall’assessorato per ammodernare il regolamento in vigore che risale al 1994.Il presidente del consiglio Morea si complimenta con l’assessorato per lo svecchiamento del regolamento; il consigliere Paolo D’Onghia (Modello Noci) presenta questo regolamento come un enorme passo avanti rispetto al precedente perchè definisce meglio le competenze e le modalità di erogazione di interventi sociali da parte dell’Ente comunale e ringrazia tutti i componenti delle commissioni politiche sociali e affari generali, oltre alla responsabile del servizio politiche sociale per l’ottimo lavoro di ascolto fatto sul territorio; il consigliere Angela Lobianco (FI) si complimenta con l’assessore e le commissioni per aver posto fine alle erogazioni a pioggia nel settore sociale e per aver introdotto con questo regolamento criteri oggettivi; il consigliere Orazio Colonna (M5S) si auspica un maggiore raccordo fra il nuovo regolamento da approvare e le politiche regionali, fra cui il ReD (Reddito di Dignità) di recente introduzione in Puglia da parte della Giunta Emiliano. Propone inoltre di devolvere le somme dei gettoni di presenza annuali dei consiglieri  (circa 300€ cadauno) ed una parte da definire di quello degli assessori per finanziare gli interventi che partiranno con l’adozione di questo nuovo regolamento. Sulla proposta si apre un dibattito: tutti i cosiglieri si dicono disponibili e si stabilisce che gli uffici faranno una proposta entro novembre sulle modalità per destinare le somme alle politiche sociali; il consigliere Mariano Lippolis (Sinistra) si dice soddisfatto per il lavoro svolto in questi 17 mesi per giungere all’approvazione del nuovo regolamento sull’erogazione dei contributi per il disagio sociale ed evidenzia come l’aver fissato in 6 mesi la durata massima del sostegno è garanzia di alternanza e dinamicità; il consigliere Giuseppe Notarnicola (UDC) si dice soddisfatto del lavoro di gruppo svolto da tutti; il consigliere Giuseppe D’Aprile (CoR) sottolinea l’importanza del lavoro svolto in un settore su cui le risorse per il sostegno sociale tenderanno sempre a diminuire; il consigliere Mino Tinelli (CpR) ed il sindaco Nisi si dicono soddisfatti per il lavoro fatto da tutto il consiglio. La delibera passa con 16 voti a favore. Ripetiamo: caso raro in questo consiglio comunale.

Fonte: http://www.noci24.it/politica/consiglio-comunale/13923-varato-all-unanimita-il-nuovo-regolamento-per-l-erogazione-di-interventi-per-il-sostegno-sociale

 

Interverranno: il prof. Leonardo TINELLI, che ha curato personalmente la stesura del libro e ci delizierà con qualche lettura e commento dello stesso; il neurologo dott. Antonello D’ATTOMA che esporrà dal punto di vista medico specialistico i delicati temi della memoria e dei suoi percorsi dal piano dell’infanzia a quello della senilità; il prof. Giuseppe D’ELIA, in qualità di dirigente scolastico della Scuola Primaria “Giovanni XXIII”; la dott.ssa Lorita Tinelli Assessora alle politiche sociali del Comune di Noci. Medierà l’incontro l’avv. Monica Bruno, responsabile del Soggiorno per anziani.
Trascorreremo un piacevolissimo momento insieme ai nostri ospiti ed alle loro famiglie allietati dai preziosi contenuti del libro….un libro che, come riportato in calce alla stessa copertina, tocca la mente…..un libro per le generazioni nuove.
È questa intersezione fra generazioni ed età lontane la chiave di lettura dell’incontro: la raccolta e rivalorizzazione di filastrocche ed indovinelli – ancorati a tradizioni ormai superate dalla odierna comunicazione non comunicativa e dalla contemporanea celerità di ogni forma di scambio linguistico – benché rivolta al mondo dell’infanzia, nel duplice intento di sollecitarne il ragionamento sia logico che intuitivo e di portarlo a contatto con la tradizione, non può prescindere da un collegamento con i protagonisti di questa tradizione: gli anziani di oggi…il loro bagaglio di ricordi, anche quelli remoti, non meno quelli un po’ offuscati dalla senilità.
I ricordi, le tradizioni e culture del passato tornano alla luce grazie ad un percorso circolare che parte dall’oggi, dall’hic et nunc, dagli sguardi vividi e curiosi dei bambini coinvolti in questa riscoperta, ma che attinge inevitabilmente al passato giungendo sempre e comunque, per uno strano gioco cronologico, all’oggi, all’hic et nunc, ai nostri ospiti, ai loro sguardi emozionati.
Mi fa piacere citare due riflessioni sul tema della memoria, volutamente afferenti a due mondi diversi, quello scientifico e quello religioso.
Il Prof. Umberto Veronesi ha affermato, in modo un po’ provocatorio, che “e’ necessaria una rivoluzione radicale del concetto stesso di longevità. Il primo diritto degli anziani è quello di avere dei doveri. E il loro primo dovere dovrebbe essere quello di restituire alla società il patrimonio di idee che hanno maturato nel lungo tempo della loro vita».
Il nostro attuale Pontefice invece ha ribadito in più occasioni che “un popolo che non custodisce i nonni, un popolo che non rispetta i nonni, non ha futuro, perché non ha memoria, ha perso la memoria”.
Ascolto alla parola e memoria rinnovata di ogni cosa: l’infanzia esaltata, la vecchiaia risarcita.
Avv. Monica Bruno – Responsabile Soggiorno per Anziani CUORE

Fonte: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1578352189135941&id=1491681221136372

public/

 

E’ partita ieri, alle ore 12:00, la procedura telematica per la presentazione di interesse ad ospitare tirocini nell’ambito del ReD (Reddito di Dignità), progetto della Regione Puglia finalizzato all’integrazione del reddito.

Rivolto a tutte le persone in difficoltà economiche e in condizioni di fragilità sociale, tali da essere al di sotto delle condizioni minime per una esistenza almeno accettabile, ReD è uno strumento di contrasto alla povertà assoluta e di inserimento socio-lavorativo. I beneficiari avranno diritto ad un contributo economico, quale indennità, per la partecipazione a un tirocinio o a un progetto di sussidiarietà.

Ai comuni il compito di sensibilizzare, il mondo dell’imprenditoria locale e il terzo settore, a presentare manifestazioni di interesse per ospitare progetti di tirocinio in cui impiegare i destinatari del ReD.

“Voglio fare un appello forte a tutte le realtà produttive di piccole medie e grandi dimensioni del nostro territorio, alle organizzazioni del Terzo Settore, alle parrocchie, alle organizzazioni sindacali e alle associazioni di categoria, ma anche alle associazioni, a presentare manifestazioni di interesse ad ospitare progetti di tirocinio per l’inclusione o progetti di sussidiarietà in cui impiegare i destinatari del ReD, perché solo in rete è possibile sviluppare una concreta coscienza di solidarietà e altruismo” ha dichiarato Lorita Tinelli, assessore alla Socialità del Comune di Noci.

Per accedere alla manifestazione d’interesse è necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it e accedere al form online per la presentazione del progetto di tirocinio o di sussidiarietà.

Per accedere, invece, alla procedura di domanda di accesso al beneficio economico del Reddito di Dignità è necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it e accedere al form online, disponibile a partire dalle ore 16:00 del 26 luglio 2016, direttamente dalla propria postazione informatica oppure recarsi presso uno degli sportelli CAF, Patronato o Segretariato Sociale che sono attivi sul territorio dell’Ambito territoriale e il cui elenco sarà prossimamente online.

Fonte: http://www.nocigazzettino.it/2078/ReD:%C2%A0al%C2%A0via%C2%A0le%C2%A0manifestazioni%C2%A0d%E2%80%99interesse%C2%A0a%C2%A0ospitare%C2%A0tirocini.html

Si apre oggi, giovedì 21 luglio, alle ore 12:00 la procedura telematica per presentare manifestazioni di interesse ad ospitare tirocini nell’ambito del ReD (Reddito di Dignità), progetto della Regione Puglia di integrazione del reddito. Si tratta di una misura “universalistica”, a cui cioè possono accedere tutte le persone che si trovino in difficoltà economiche e in condizioni di fragilità sociale tali, anche temporanee, da essere al di sotto delle condizioni minime per una esistenza almeno accettabile.

Il Red è uno strumento di contrasto alla povertà assoluta e di supporto a un percorso individuale più ampio di inclusione sociale e di accesso a nuove opportunità di inserimento socio-lavorativo. I beneficiari avranno diritto ad un contributo economico quale indennità per la partecipazione a un tirocinio o ad altro progetto di sussidiarietà.

I Comuni sono chiamati in questa fase a sensibilizzare tutto il mondo dell’imprenditoria locale e del terzo settore a presentare manifestazioni di interesse ad ospitare progetti di tirocinio per l’inclusione in cui impiegare i destinatari di ReD.

«Voglio fare un appello forte a tutte le realtà produttive di piccole medie e grandi dimensioni del nostro territorio, alle organizzazioni del Terzo Settore, alle parrocchie, alle organizzazioni sindacali e alle associazioni di categoria, ma anche alle associazioni, a presentare manifestazioni di interesse ad ospitare progetti di tirocinio per l’inclusione o progetti di sussidiarietà in cui impiegare i destinatari del ReD, perché solo in rete è possibile sviluppare una concreta coscienza di solidarietà e altruismo» ha dichiarato l’Assessore alla Socialità, Lorita Tinelli.

Per accedere alla procedura di manifestazione di interesse in risposta al primo Avviso pubblico di ReD, approvato con Del. G.R. n. 928 del 28 giugno 2016, è necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it

e accedere al form online per la compilazione della manifestazione e la presentazione del progetto di tirocinio o di sussidiarietà.

La procedura telematica sarà attiva a partire dalle ore 12:00 di oggi, 21 luglio 2016.

Per accedere, invece, alla procedura di domanda di accesso al beneficio economico del Reddito di Dignità in risposta al secondo Avviso pubblico di ReD, approvato con Del. G.R. 1014 del 7 luglio 2016, è necessario registrarsi come utente della piattaforma www.sistema.puglia.it

e accedere al form online, disponibile a partire dalle ore 16,00 del 26 luglio 2016, direttamente dalla propria postazione informatica, oppure recarsi presso uno degli sportelli di CAF, Patronato o Segretariato Sociale che sono attivi sul territorio dell’Ambito territoriale e il cui elenco sarà prossimamente on-line.

Entrambi gli avvisi sono stati pubblicati sul Bollettino Ufficiale Regione Puglia n. 80 dell’11 luglio 2016.

Link al sito di Sistema Puglia: http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SistemaPuglia/red

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1071636359558531/?type=3&theater

 

Un progetto destinato ai più piccoli, per promuovere la cultura del rispetto e della cura degli spazi pubblici

***

Al via domani, venerdì 22 luglio il progetto “STRADA2: la strada per la strada”, che prevede una serie di attività ludico-ricreative di strada destinate ai minori. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto di Assistenza Domiciliare Educativa (ADE) dell’Ambito territoriale di Putignano, e ha lo scopo di promuovere il benessere psico-sociale dei bambini e delle loro famiglie. A gestire le attività sarà la cooperativa “Comunità San Francesco” aggiudicataria della gara per la gestione del servizio ADE.

Con questo tipo di attività, i bambini presidieranno letteralmente il territorio per favorire una più ecologica, economica e democratica logica di sviluppo sociale. In tal modo si promuove l’inclusione sociale, si vanno ad arginare le situazioni disagio e al contempo di offre una valida occasione di educazione alla cura e al rispetto degli spazi urbani.

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1070970772958423/?type=3&theater

Saranno sei i cittadini impegnati nelle attività predisposte del Comune e dal privato che ha aderito all’iniziativa

***

Al via domani, martedì 19 luglio, i “Cantieri di Cittadinanza”, misura della Regione Puglia che ha come finalità quelle di promuovere il sostegno economico, l’inclusione sociale e l’inserimento socio-lavorativo di soggetti disoccupati o in condizione di fragilità sociale. Al progetto, per tramite dell’Ambito territoriale di Putignano, ha aderito anche il Comune di Noci. Risale al 23 marzo 2015 la presentazione alla città al Chiostro delle clarisse.

Grazie ai “Cantieri di Cittadinanza”, come già illustrato allora, i Comuni associati in Ambiti Territoriali, Organismi di diritto pubblico e Soggetti privati del territorio possono attivare cantieri di inclusione attiva per la realizzazione di opere e servizi di pubblica utilità a fronte di misure di sostegno per il contrasto della povertà.
Saranno 5 i cittadini nocesi coinvolti nel progetto, i quali saranno impegnati nelle attività che gli Uffici hanno predisposto: dal giardinaggio all’assistenza agli anziani ad attività amministrative di supporto agli uffici. Un’altra concittadina sarà inserita nell’Ambito della Soc. Coop. “Dimensione Famiglia” che ha attivato, come soggetto privato, un cantiere. Le loro competenze, insieme alle esigenze manifestate e alle figure professionali individuate dalla Regione, sono state valutate dal Centro per l’Impiego, che ne ha destinato ruoli e mansioni, in base alle esigenze manifestate dal Comune e dalla Cooperativa citata.

Come risulta dall’Avviso pubblicato dalla Regione Puglia, l’ammontare del beneficio economico è pari ad una indennità giornaliera di 23 euro per una giornata massimo di 5 ore e per un massimo di 130 giornate di attività.

«È fondamentale in un momento di grave crisi economica, come quella che viviamo, che i Comuni e soggetti privati e di diritto pubblico realizzino assieme alla Regione, una giusta e utile rete di collaborazione, una sorta di patto di ferro che porti al miglioramento della vita delle città coinvolte – ha dichiarato l’Assessore alla Socialità, Lorita Tinelli. – Venerdì mattina, alla presenza del Sindaco e della Responsabile del Settore Servizi Sociali, sono stati convocati i 6 cittadini che opereranno nei cantieri, cui sono state spiegate le prassi generali dell’attività e presentati i tutor di riferimento. A tutti loro va il nostro augurio di buon lavoro».

«Fin dall’inizio della mia amministrazione, ci siamo posti l’obiettivo di promuovere politiche a sostegno dei cittadini in difficoltà che mirassero non al puro assistenzialismo, ma al loro reinserimento attivo all’interno del contesto sociale della città – ha tenuto a specificare il Sindaco, Domenico Nisi. – Sotto questo profilo, abbiamo promosso diverse iniziative, pur nelle difficoltà oggettive di fronte a cui i Bilanci comunali ci pongono, grazie anche alla caparbietà e all’impegno di alcune persone che hanno condiviso con me questa ferma convinzione. Oggi, con orgoglio, torno a dire che si passa dalla parole ai fatti. Questa Amministrazione, checché se ne dica, non ha perso nessuna occasione per fare il bene di Noci e, anzi, posso dire a gran voce che, laddove le occasioni non si fossero presentate, le ha create di sana pianta, soprattutto per quanto riguarda il settore dei Servizi Sociali».

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/posts/1069723136416520:0

 

Sono partiti ieri sera – sabato 16 luglio – i 12 over sessantenni che hanno risposto all’Avviso del Soggiorno climatico 2016, pubblicato dall’Ufficio Servizi Sociali in data 10 giugno 2016.

Il soggiorno, in località di Chianciano Terme (SI), avrà una durata di 15 giorni (con 14 pernottamenti). Il rientro è previsto il 31 luglio p.v.

«Anche quest’anno non abbiamo voluto rinunciare, malgrado i tagli subiti, a questo importante servizio che va avanti da molti anni e che offre la possibilità di rilassarsi e di fare nuove esperienze – ha dichiarato l’Assessore alla Socialità, Lorita Tinelli. – Abbiamo difatti scelto di mantenere inalterate le spese di questo importante intervento di natura sociale. Come sempre puntuali alla partenza, i beneficiari sono partiti carichi di entusiasmo. Molti di loro partecipano ormai da anni a questa iniziativa. Qualcuno ha proposto per il prossimo anno un eventuale cambiamento di destinazione, richiesta che mi sono impegnata a valutare. Ora la prossima uscita riguarderà i bambini, con il consueto appuntamento con “Ciao Estate!”, le cui date e il programma saranno comunicate a breve».

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1069255613129939/?type=3&theater

 

Ottima risposta dell’Associazionismo nocese. L’Assessore Tinelli ringrazia.

***

Carissimi concittadini,

nel febbraio scorso l’Amministrazione – Assessorato alle Politiche Giovanili, ha aderito all’invito della Città Metropolitana di Bari a supportarla nella candidatura quale Capitale Italiana dei Giovani 2017.

Si tratta di un’iniziativa promossa dal Forum Nazionale dei Giovani, dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Agenzia Nazionale e da ANCI Giovane, che si pone l’obiettivo di promuovere, individuare e dare spazio a progetti innovativi per garantire ai giovani un ruolo sempre più da protagonisti all’interno della società civile.

La scorsa settimana la Città Metropolitana di Bari ci ha comunicato di essere fra i tre finalisti prescelti, assieme alle città di Venezia e Palermo, chiedendo ai Comuni della Provincia che avevano aderito all’iniziativa di coinvolgere le associazioni del territorio nell’adesione al percorso di co-progettazione.

Immediatamente sentito il Coordinamento della Consulta Associazioni Comune di Noci, l’Assessorato è stato in grado di rispondere alla richiesta, nonostante i pochi giorni di preavviso. E per questo tengo a ringraziare tutte le associazioni che hanno risposto, aderendo a questo progetto così importante, che, semmai dovesse andare a buon fine, potrà agevolare le varie espressività della creatività giovanile.

Questa Amministrazione è sensibile alle idee innovative dei giovani e sarà impegnata nei prossimi giorni nella costituzione di una Consulta Giovanile, al fine di elaborare percorsi condivisi che possano valorizzare e/o dare risposta ai bisogni dei nostri ragazzi. Ma è anche impegnata a fornire suggerimenti concreti con il percorso #NOCICREATIVA. A tal proposito anticipo che stiamo concordando con la Regione Puglia un incontro di presentazione del PIN – Pugliesi innovativi, nuova misura di finanziamento per idee imprenditoriali innovative rivolta ai giovani under 35, di cui saremo in grado di dare notizia a strettissimo giro.

L’Assessore alle Politiche Giovanili
Dott.ssa Lorita Tinelli

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1067007236688110/?type=3&theater

 

Gentilissimi concittadini e non,

ricevo diverse richieste di informazioni circa il corso attivato dal Centro Antiviolenza “Andromeda” di prossima apertura a Noci, la cui gestione è stata appaltata dall’ATI formata da Cooperativa sociale “Comunità San Francesco” e Associazione di promozione sociale “Sud Est Donne”.

Esso è un corso attivato in seno al progetto più generale del CAV ed è rivolto a figure professionali – assistenti sociali, psicologi, operatori e operatrici dei servizi a gestione privata – che, direttamente o indirettamente, operano nell’ambito della prevenzione e del contrasto alla violenza su donne e minori. Il percorso formativo ha l’obiettivo di integrare i servizi al fine di costruire prassi operative univoche all’interno della rete “antiviolenza”.

La prima tappa del percorso è stata realizzata il 28 giugno presso la Biblioteca comunale di Putignano.

Il corso continuerà a Noci, presso la sede del Centro Antiviolenza, in Vico Silvio Pellico nelle date indicative del 13 e 20 settembre; 4 e 28 ottobre, 15 novembre, dalle 9.30 alle 13.30. Si concluderà con una tavola rotonda il 29 novembre, dalle 16.30 alle 19.30 alla presenza della Garante regionale dei diritti dei minori, Rosy Paparella, la funzionaria dell’assessorato al welfare della Regione Puglia, Giulia Sannolla e la referente del progetto GIADA, Maria Grazia Foschino.

A fine percorso è previsto un attestato di partecipazione per chi è stato presente almeno per il 70% delle ore dell’intero corso. Per iscriversi bisogna contattare la Dr.ssa Ira Panduku al n. 349 4978561.

Sono certa che questo percorso rappresenti un importante tassello per la nostra comunità, che tra poco potrà avvalersi della presenza non solo di un centro antiviolenza, ma di una vera e propria rete di prevenzione e tutela delle vittime di violenza. Spero altresì che tale presenza faccia sviluppare una presa di coscienza collettiva, affinché tutti si sentano allertati nel riconoscere e denunciare i segnali di violenza.

L’Assessore alla Socialità
Dott.ssa Lorita Tinelli

Fonte: https://www.facebook.com/comunenociba/photos/a.993693154019519.1073741827.114549451933898/1064925470229620/?type=3&theater

Creative Commons License CORSO DI FORMAZIONE CENTRO ANTIVIOLENZA “ANDROMEDA”. NOTA INFORMATIVA DELL’ASSESSORE LORITA TINELLI is licensed by Lorita Tinelli under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0 United States License.