NOCI (Bari) – Torna all’attenzione del consiglio il progetto dei “Tavoli per la sussidiarietà circolare” promosso dall’ex assessore Gentile Fusillo sviluppatosi in due soli incontri pubblici del 12 marzo e 13 novembre 2015. A sollevare il caso mediante una interrogazione all’assessora Lorita Tinelli (in foto a sinistra) durante il consiglio comunale del 26 è la consigliera Lobianco (FI) per la quale sarebbe stato un clamoroso flop a livello di partecipazione ed efficacia.

11 28 consiglio lobiancoAnche numerosi cittadini il 13 novembre scorso avevano sottolineato le lacune del progetto in termini di occasioni di incontro e di coinvolgimento. Per di più per la Lobianco (in foto a sinistra) sarebbe un progetto esoso, circa 2700€ più iva, a fronte di miseri risultati.

Come detto in sede di presentazione del progetto il 24 febbraio 2015, il progetto si poggiava su una macrostruttura valida per tutte le città in cui era già stato avviato (Andria, Corato e Ruvo di Puglia) ed una microstruttura che variava da comune a comune a seconda delle esigenze territoriali. In linea di massima la macrostruttura sarebbe stata composta da tre fasi: una conoscitiva del territorio (scuole, PA, associazioni); una seconda concernente l’individuazione di tematiche da dibattere; una terza, infine, in cui organizzare incontri pubblici per far convergere attori sociali ed amministrazione comunale. Evidentemente su Noci tutto si è fermato alla sola prima fase, quella conoscitiva (l’incontro del 12 marzo 2015) ed uno conclusivo (il 13 novembre 2015), voluto dall’attuale assessora Lorita Tinelli, per chiudere il progetto. In consiglio Tinelli ha ribadito che l’azienda Vitacom che ha realizzato il progetto starebbe sollecitando il pagamento ed il Comune starebbe trattando per ridimensionare l’importo.

11 28 consiglio notarnicolaA questo punto la consigliera Lobianco ha attaccato la Giunta Nisi chiedendo a gran voce di comunicare i metodi con i quali fosse stato scelto il progetto della Vitacom, invitando a rispondere il vicesindaco Gentile, presente in Giunta all’epoca dei fatti. Marino Gentile ha ribadito che il progetto parlava di partecipazione dal basso ed era in linea con le idee di partecipazione della maggioranza. Pretendere il pagamento, però, per il vicesindaco significherebbe millantare di averlo portato a compimento. Ne segue un’accesa polemica sull’inutilità del progetto visti gli esiti ed interviene anche il consigliere Conforti (NCD) proponendo una delibera di Giunta per revocare la determina di impegno di spesa e di pagamento. Per la maggioranza interviene Fabrizio Notarnicola (PD) (in foto a sinistra) ”Il progetto ha avuto dei problemi, ma l’ass. Gentile Fusillo l’ha portato avanti  e ci ha creduto fino a che ha potuto. D’altra parte mi risulta che ci sia stata poca partecipazione. Capiremo le responsabilità”.

Fonte: http://www.noci24.it/politica/giunta-comunale/12353-tavoli-per-la-sussidiarieta-circolare-ass-tinelli-il-progetto-non-ha-funzionato