Header image alt text

Lorita Tinelli

Prefiero morir de pie a vivir arrodillado – Il Che

Cura degli Adulti: ciò di cui un bambino ha più bisogno

 

I bambini dipendono molti dagli adulti durante la loro crescita. Genitori, parenti, insegnanti e operatori per l’infanzia forniscono ai bambini amore, sostegno e guida.

Nessuno vuole vedere i bambini crescere con la paura, la rabbia o la negligenza degli adulti. Ma nessuno è nato sapendo come curare efficacemente i bambini.  A volte commettiamo errori che  fanno loro male.

Se sei un genitore, un insegnante, un parente o una baby sitter, puoi fare la differenza e aiutare i bambini che ami crescere in modo premuroso e amorevole. Gli adulti non devono essere perfetti, semplicemente devono essere disposti ad ascoltare, imparare, crescere e cambiare.

 

Perché gli adulti ferisocno i bambini?

 

Carlos è tornato a casa dal lavoro di pessimo umore. Sette anni, Miguel corre fuori dalla cucina appena suo padre è entrato, e si scontrano l’un contro l’altro. Carlos impreca e afferra il figlio. Scuote duramente Miguel e lo sgrida,  poi lo scaraventa fuori. Il giorno dopo Miguel ha le braccia piene di lividi.

Ci vuole un grande impegno per prendersi cura di un bambino. Un bambino ha bisogno di cibo, vestiti e tutela, così come di amore e di attenzione. I genitori e gli operatori sanitari devono  poter fornire tutto ciò, ma ricevono anche altre pressioni. A volte gli adulti non riescono a fornire tutto ciò di cui i loro bambini hanno bisogno.

Gli adulti possono non intende ferire i bambini di cui si  prendono cura. Ma a volte essi perdono il controllo e qualche volta feriscono i loro bambini.

Gli adulti possono ferire i bambini in quanto :

Perdono le staffe quando pensano ai loro problemi

Non sanno come disciplinare un bambino

Si aspettano un comportamento che non è realistico per l’età di un bambino o per la sua capacità

Sono stati abusati da un genitore o un partner

Hanno problemi finanziari

Perdono il controllo quando usano alcool o altre droghe

 

 

Che significa abusare dei minori?

 

Questo è un esempio di abuso fisico.

Teresa ha appena cambiato il pannolino a Dale, di 18 mesi, quando lui l’ha risporcato nuovamente; questo ha fatto arrabbiare Teresa. Ella ha pensato che immergendolo in acqua calda lo avrebbe punito per il pannolino sporco. Quando lei lo ha messo nella vasca egli ha iniziato a urlare.  Teresa lo ha schiaffeggiato per fermare quel pianto e non ha notato i segni della scottatura sino alla fine del bagno.
Esempi di Abuso Fisico

- Agitazione o spintoni

- Schiaffi o colpi

- Botte con cintura, scarpa o altro

- Bruciature  con i fiammiferi o sigarette

- Scottatura  con l’acqua bollente

- Tirare i capellii

- Rompere il braccio di un bambino, una gamba, o altre ossa

- Non lasciare che un bambino possa mangiare, bere o usare il bagno

 

Cos’è l’abuso sessuale sui minori?

 

Questo è un esempio di abuso sessuale.

La madre di Susan, nove anni,  lavora di notte. Il suo patrigno James è in giro per casa quando Susan va a letto, e alcune sere James si sdraia accanto a lei. Mentre lei va a dormire, James si strofina conto il  suo seno e la zona genitale.
Esempi di abusi sessuali sul Bambino

- Accarezzare i  genitali di un bambino

- Avere rapporti sessuali con un bambino

- Fare sesso orale con un bambino

- Fare sesso di fronte a un bambino

- Far toccare al figlio i genitali di una persona adulto

- Utilizzo di un bambino nella pornografia

- Far visionare libri o film pornografici ad un bambino

 

Che significa trascurare un bambino?

 

 

Questo è un esempio di trascuratezza.

Giovanni lavorava di notte al supermercato, ma la famiglia ha bisogno di più soldi. Ellen cerca un lavoro, ma l’unico lavoro che trova le impone di   lasciare a casa alle 03:00.  I bambini di età due e sei anni, restano soli per qualche ora fino a quando Giovanni rientra a casa.

 
Esempi di trascuratezza

- Non rispondere al bisogno del bambino di cibo, vestiario, alloggio o di sicurezza

- Lasciare un bambino incustodito

- Lasciare un bambino in un luogo non sicuro

- Non cercare assistenza medica necessaria per un bambino

- Non far frequentare la scuola ad un bambino

 

 

Perché accadono l’Abuso e la Trascuratezza?

 

I genitori e gli aducatori non sempre riconoscono di poter essere abusivi o negligenti. Pochi adulti in realtà intendono fare del male o trascurare i bambini.

A volte un educatore non conosce un modo efficace per disciplinare un bambino. A volte un adulto è troppo frustrato con la vita e se la prende con un bambino.

 

Un adulto è più propenso a compiere abusi o negligenze su un bambino:

- Se è stato abusato da piccolo

- Se  è stato abusato da un coniuge o un partner

- Se fa uso di alcool o di altre droghe

- Se l’adulto si aspetta troppo da un bambino

- Se il bambino è il risultato di una gravidanza non pianificata

Alcuni adulti non sanno come educare un bambino senza causargli danni fisici. Un adulto che ha questo problema può imparare nuovi modi per la disciplina senza ferire un bambino.

- Bisogna individuare  momenti in cui il bambino si sta comportando bene. Bisogna lodare quel comportamento.

- Biosgna trovare una parola in codice concordata da utilizzare quando le cose raggiungono il punto di esasperazione. I segnali di parola in codice indicano che tutti hanno bisogno di tempo per abbassare la tensione prima di parlare del problema.

- Quando un bambino si comporta male, biosgna dare al bambino un ” time-out “, solo qualche minuto per pensare a quello che è successo.

- Parlate con il bambino circa il comportamento scorretto e sui suoi effetti.

A volte  i genitori e i tutori devono imparare a controllare la propria rabbia. Hanno bisogno di identificare le cose che li rendono più suscettibili a ferire i bambini nella loro cura.

 

Gli educaotri che abusano o trascurano un bambino possono essere:

- Preoccupati di non avere abbastanza soldi

- Hanno problemi con il coniuge o partner

- Affrontano la malattia o la morte di un familiare

- Stanno agendo come i loro genitori hanno agito su di loro

- Sono stressato per il loro lavoro o per altri problemi

- Prevedono un comportamento realistico per esempio, pensano come un bambino di 5 anni per essere in grado di gestire le stesse attività di un bambino di nove anni.

Spesso le persone che maltrattano o trascurano i bambini soffrono di più di una di queste situazioni, allo stesso tempo.

Ferire un bambino o non soddisfare i bisogni fondamentali di un bambino è un grave errore. Non importa quale sia il problema, l’aiuto è necessario.

 
Riconoscere se un bambino è abusato o trascurato?

 

 

L’insegnante di Brenda ha visto dei segni di abbandono.

Nella classe di età prescolare , Brenda, di quattro anni, si presentava sempre stanca. Brenda non portava mai con se  il cibo per la merenda, e guardava avidamente i panini degli altri bambini. I suoi compagni di classe la prendevano in giro perché i suoi capelli erano sempre sporchi.

 

Paolo visto  i segni di abuso fisico.

Paolo ha vissuto accanto alla famiglia Harris, dove gli è sempre sembrato sentire  che qualcuno urlasse o piangesse. Una sera Paul udì la rottura di un vetro, seguita dalle grida di un uomo e di un forte tonfo. Keisha di 10 anni  corre fuori dalla porta dopo pochi secondi, piangendo. Il suo viso era gonfio con l’inizio di un occhio nero.

 

Gli effetti di abuso su minori possono durare una vita. Un bambino abusato o trascurato  ha bisogno di aiuto, subito. Come capire se un bambino è stato  abusato o trascurato?

 
Segnali di pericolo di abuso e negligenza

- Tagli e lividi

- Fratture o lesioni interne

- Clonazione

- La fame o la sete costanti

- La mancanza di interesse nei dintorni

- Capelli o pelle sporchi, frequenti dermatiti da pannolino

- La mancanza di supervisione

- Dolore, lividi o sanguinamento nei genitali

- Più conoscenza sul sesso per l’età del bambino

- Racconto di storie difficili da credere su come si sono verificati incidenti

 

Cosa succede ai bambini abusati e trascurati?

 

L’abuso e la trascuratezza hanno effetti dannosi sui bambini. Nel peggiore dei casi, un bambino potrebbe morire. Più spesso, i bambini maltrattati o trascurati  vivono con la paura o il dolore.

 

Bambini abusati o trascurati spesso:

- presentano infortuni frequenti

- presentano problemi di apprendimento

- hanno paura o sono timidi

- fanno brutti sogni

- presentano problemi di comportamento

- soffrono di depressione

- hanno  paura di certi adulti o luoghi

 

Gli effetti non terminano quando l’abuso o la negligenza sono interrotti. Quando i bambini abusati o trascurati crescono, sono più probabili:

- gli abusi sulla propria famiglia

- l’uso della violenza per risolvere i loro problemi

- le difficoltà di apprendimento

- le difficoltà emotive

- i tentativi di suicidio

- l’uso di  alcool o di altre droghe

L’abuso e la trascuratezza sono grossi problemi per  tutta la famiglia. Alcune famiglie hanno bisogno di aiuto nella gestione dei problemi pratici – per esempio, ottenere aiuto per acquistare generi alimentari o per imparare a disciplinare un bambino senza ricorrere alla violenza. In altri casi, una agenzia di protezione del bambino potrebbe spostare i bambini, abusati o trascurati, lontano dai loro genitori per sicurezza in una casa temporanea. Se l’abuso o la negligenza sono gravi o continuativi, i bambini possono essere definitivamente allontanati dai loro genitori in una situazione di sicurezza.

 
Come possiamo mettere fine agli abusi e alla trascuratezza?

 

A volte le persone hanno paura di denunciare gli abusi o la negligenza, perché non vogliono rompere una famiglia. A volte  la gente ha paura di essere coinvolta nel problema di qualcun altro.

Quando si segnalano sospetti di abusi o di negligenza, si potrebbero salvare la vita di quel bambino.

L’ obiettivo di fermare gli abusi e l’abbandono è quello di tenere i bambini al sicuro. Un modo di tenere i bambini al sicuro è quello di trovare aiuto per gli adulti che li hanno feriti. Gli adulti che hanno abusato o trascurato un bambino hanno molti luoghi a cui rivolgersi per chiedere aiuto.

- Il medico del bambino può spiegare loro i bisogni dei bambini per ogni età. Lui o lei possono consigliare posti per saperne di più sulla genitorialità e la cura dei bambini.

- I dipartimenti dei servizi sociali della sanità locale presentano spesso corsi sulla genitorialità. Gli operatori dei servizi sociali possono anche aiutare i genitori a ottenere assistenza per alleviare la loro situazione finanziaria.

- Gli ospedali e i centri sociali promuovono spesso corsi sulla riduzione dello stress,  sulla genitorialità, sullla disciplina, e sull’alimentazione.

- Psicologi, consulenti e assistenti sociali possono aiutare i genitori e gli operatori sanitari che hanno a che  fare con problemi come l’uso di droghe, la rabbia e  precedenti esperienze di abuso.

- I gruppi religiosi spesso forniscono cibo, consulenza e altri tipi di supporto per chiunque nella comunità – non solo per i loro membri.

Se vedi che un parente, un vicino o un amico che è sotto stress e potrebbe ferire i suoi bambin, puoi aiutare questa persona ad ottenere un aiuto da uno di questi servizi.

 

 

Fermare il problema prima del suo inizio.
Cosa devo fare se ho il sospetto che un bambino sia per essere danneggiato?

 

Segnala il tuo sospetto ad una agenzia di protezione dei minori locale, provinciale o statale. Chiama un numero verde di crisi o cerca il numero di agenzia nelle pagine Ministeriali o su un elenco telefonico.

 
Chi deve riferire sull’abuso?

In tutti gli stati  le seguenti persone sono tenuti per legge a segnalare sospetti  di abusi:

- i medici

- gli infermieri

- i dentisti

- i orofessionisti della salute mentale

- gli assistenti sociali

- gli insegnanti

- i lavoratori diurni

- il personale delle forze dell’ordine

In alcuni stati inoltre sono tenuti a segnalare gli abusi: i sacerdoti, i genitori adottivi, gli avvocati e i consulenti del campo. In circa 20 Stati qualsiasi persona che sospetta l’abuso è tenuto a segnalarlo.

Quando si effettua una segnalazione, l’agenzia farà un giudizio circa la gravità della situazione. Se necessario un operatore della protezione dei bambini visiterà la famiglia per analizzare se si è verificato un abuso o negligenza e per determinare ciò che deve essere fatto.

 

Gli obiettivi di protezione dei bambini sono:

- Fermare l’abuso

- offrire i servizi necessari per la famiglia

- Aiutare la famiglia affinchè  diventi sicura e amorevole

 

Nessun bambino dovrebbe vivere nella paura di abuso o negligenza.

Bisogna proteggere i bambini che si amano  e contribuire a fermare gli abusi  e l’abbandono dei minori.

Fonte: APA

********************

 

Traduzione di Lorita Tinelli (Affiliata Internazionale APA)

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

Approfondimenti:

Abuso sui minori. Strategie e azioni

Una ex sposa bambina che è scappata da un culto poligamo ha deciso di testimoniare contro Warren Jeffs e in questo modo lo ha messo dietro le sbarre per il resto della sua vita.

Rebecca Musser aveva solo 19 anni quando fu costretta a sposare l’allora 85 anni, capo della Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni , Rulon Jeffs.

 

Ho avuto paura, ero terrorizzata di sposare quest’uomo, eppure non potevo dire di no, perché avrebbe portato un enorme quantità di vergogna sulla mia famiglia‘ – ha detto durante un’intervista con la CNN a Piers Morgan.

Ero arrabbiata , ero terrorizzata e mi sentivo estremamente violata‘.

Musser era isolata in questa situazione, Rulon aveva sposato almeno 60 mogli durante la sua vita, che Musser avrebbe dovuto considerare come sorelle.

 

Siccome lei non aveva alcun interesse a raggiungere uno dei più alti livelli tra le mogli, non c’era concorrenza con le altre, questo le dava la possibilità di stringere forti legami con le altre donne, molte delle quali avevano la sua età o eranopiù giovani.
‘Ero molto legata alle moglie, mie sorelle stranamente, ma non ero innamorata di mio marito. Non avevo voglia di passare del tempo con lui‘  – ha raccontato.
Rulon è morto all’età di 92 nel 2002, ma questo non significa che un altro matrimonio forzato era fuori dalle possibilità per Rebecca, infatti il suo allora figliastro, Warren Jeffs, aveva preso in mano le redini della chiesa dal suo defunto padre e cercò di prendere il controllo su di lei.

 

Musser ha continuato a fuggire dall’evento peggiore dopo la morte di Rulon, quando Warren le aveva detto che l’avrebbe fatta  sposare ad un altro membro della chiesa in ‘meno di una settimana‘.
Sotto la copertura delle tenebre, ha scalato il muro che circondava casa Jeffs, è scivolata oltre le guardie armate ed è fuggita, sapendo che i leader della setta l’avrebbero ammazzata se l’avessero catturata.
Ha chiesto al fratello, che era fuggito qualche anno prima , di prenderla e aiutarla a iniziare una nuova vita.

Musser ha parlato apertamente dei sette anni di abusi sessuali che ha sofferto per mano di suo marito anziano mentre promuoveva il suo libro sulla sua fuga dal culto e della decisione di testimoniare contro Warren .

Il libro intitolato ‘La testimone vestiva di rosso‘ fa riferimento alla sua decisione di indossare un abito rosso senza maniche al processo, a significare la sua rottura con il gruppo opprimente visto che Warren aveva vietato il colore nel suo gruppo.

Di fronte a Warren Jeffs era strano che provasse una tempesta di emozioni. ‘E ‘stato liberatorio, ma è stato anche triste perché ci sono ancora ragazze che passano attraverso questo‘ ha detto del processo.

Warren Jeffs è stato condannato nell’agosto 2011 per aver violentato due ragazze di età 15 e 12 anni, che erano sue mogli spirituali.

La prima volta che Musser aveva testimoniato contro di lui è stato nel 2007, quando egli fu condannato per aver tentato di violentarla dopo aver sposato  Alyssa.

Warren Jeffs , che si dice abbia avuto ben 80 mogli, sta scontando  10 anni della sua vita in una prigione del Texas.

Dal momento della sua fuga, Musser è diventata una oppositrice della schiavitù sessuale ed ora vive la sua vita come moglie e madre di due figli.

 

Fonte: Daily mail

http://www.dailymail.co.uk/news/article-2424808/Rebecca-Musser-speaks-forced-marriage-Rulon-Jeffs.html

https://www.youtube.com/watch?v=h_Z8obt997c

https://www.youtube.com/watch?v=I2NtpZEBp18

 

********************

 

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

Rebecca Musser in data 22 settembre 2013 cita questa traduzione nella sua pagina fb, felice che anche in Italia si sia conosciuta la sua storia e speranzosa che anche questo possa prevenire altre forme di oppressione

 

Brahma Kumaris è un culto distruttivo, un movimento totalitario che viene di solito presentato sotto varie forme, come ad esempio la Spiritual University Brahma Kumaris Raja Yoga Center o con il pretesto di insegnare meditazione, il pensiero positivo, mediante corsi gratuiti  contro lo stress o di rafforzo dell’autostima.

Esso esige obbedienza assoluta dai propri seguaci e la dedizione dai propri studenti e insegnanti. Utilizza tecniche di manipolazione, persuasione, controllo mentale e riforma del pensiero, con il solo scopo di conseguire gli obiettivi dei leader dell’organizzazione.

Di conseguenza i suoi membri soffrono di dipendenza totale nei confronti dell’organizzazione e ne sono psicologicamente danneggiati, in quanto annullano o riducono la loro volontà e il ragionamento ( pensiero critico ).

Solitamente viene indotta una rottura dai legami familiari, nella coppia, dal punto di vista sessuale, amicale, sociale, del tempo libero, nel lavoro, ecc. Sotto la pressione e la manipolazione psicologica l’adepto finisce per aiutare l’organizzazione nelle proprie attività finanziarie parzialmente o totalmete ( con lasciti di denaro, salario, beni, proprietà , eredità, ecc . ).

A causa di un cambiamento di pensiero, la manipolazione e la perturbazione delle emozioni e dei sentimenti, l’adepto andrà progressivamente implementando (senza che ci si renda conto, durante la lezione mattutina conosciuta come Murli), tutti i tipi di paure e fobie. La paura della ” fine del mondo“, del mondo esterno (quello fuori dell’organizzazione), della compagnia di persone che sono al di fuori della setta, la paura di lasciare Dio, la paura di innamorarsi, il timore di Dio (La Giustizia del Capo). Un altro aspetto importante è la gestione della sessualità finalizzata al controllo dei loro seguaci.

I loro membri spesso soffrono di privazione del sonno e di stanchezza estrema, si alimentano con una dieta molto povera di proteine, tali elementi risultano determinanti per il “controllo mentale”, altrimenti detto  “lavaggio del cervello”. Dal momento che le difese fisiche e psichiche sono basse, esse indeboliscono la volontà dell’adepto (pensiero critico) ed egli diventa più vulnerabile a nuove idee e concetti.

Un altro punto importante che rende BK un culto distruttivo è che esso si presenta con una vera natura di gruppo religioso spiritualista al grande pubblico. Le persone che vanno in cerca di corsi del gruppo fanno meditazione, sviluppano un pensiero positivo, l’autostima in maniera gratuita. Essi non spiegano al pubblico che, per far parte del gruppo e per ottenere  “tutti i vantaggi” dalla loro meditazione devono cambiare completamente la loro vita, devono credere che in India vive l’unico mezzo per arrivare a Dio Shiva, che porta messaggi speciali unici per il gruppo, o che si deve essere pronti a dare il proprio tempo, denaro ed energie per l’organizzazione perché la ” fine del mondo ” imminente sta arrivando e solo i seguaci di BK saranno salvati per vivere nel paradiso sulla terra nella loro prossima vita.

Quando il seguace decide di lasciare l’organizzazione deve affrontare le conseguenze delle tecniche che sono state usate su di lui per riformare la sua personalità. La vergogna, il senso di colpa, la paura e l’isolamento sono tra le altre sensazioni più comuni sperimentate quando si cerca di allontanarsi da BK.

 

Il volto nascosto della Brahma Kumaris ( BKWSU )

La Brahma Kumaris World Spiritual University o Raja Yoga Center è ora un’organizzazione promossa dietro la facciata della new age, la meditazione, il pensiero positivo, e basata sui valori dei corsi di leadership, come una ONG con status consultivo generale presso il Consiglio Economico e sociale delle Nazioni Unite e nel consultivo con l’UNICEF.

Tuttavia, il nucleo degli insegnamenti di vita BKWSUy sono elementi identici al comportamento dei culti e sette riconosciuti. Gli elementi principali sono nascosti al pubblico e vengono gradualmente introdotti durante il processo di indottrinamento nei corsi gratuiti. BK non insegna il vero Raja Yoga (una delle sei dottrine dell’induismo).

Il Brahma Kumaris World Spiritual University è un istituto educativo, ma anche un nuovo movimento religioso non riconosciuto. E ‘ stato fondato da Lekhraj Kripalani nel 1937 in India. Conosciuto per i suoi seguaci come Brahma Baba (Dio Brahma proclamato creatore del sito) .

Le credenze Brahma Kumaris includono le seguenti caratteristiche:

- La distruzione imminente di questo mondo attraverso le catastrofi naturali e  un olocausto nucleare inevitabile.

- Solo i membri dell’organizzazione sono gli unici veri messaggeri di Dio .

- Dio si  rivolge solo ai seguaci di BK e parla loro personalmente attraverso il  supporto dell’insegnante (Dadi Gulzar) dala sede principale in India.

- Set di attrazione di personalità e celebrità (Vips) di tutti i livelli per migliorare la loro credibilità e per agire come un “microfono” per diffondere il loro messaggio .

- Distinzione tra “purezza” Esagerata [i suoi insegnamenti e le attività] e ” impurità ” [il punto di vista del resto del mondo e i suoi leader].

- Esagerata autostima [sono l'élite del genere umano, la casta 'Brahman'] , il resto del mondo sono intoccabili o la casta più bassa e ignorante [" Shudra "].

- Visione non realistica della scienza, per esempio, tutto il tempo esistente è una ripetizione infinita di 5.000 anni.

- Re-Issue lentamente e gradualmente le loro credenze , come le previsioni falliscono nelle loro classi principali chiamati “Murlis” (che contiene tutta la dottrina ed è considerato il vero indù -Gita-scrittura).

- Leadership innegabile ed inspiegabile antidemocratica.

- Una separazione completa dei non BKS, per il controllo della dieta, stile di vita esigente e celibato.

- Attuazione delle fobie attraverso l’esasperazione di immagini grafiche di situazione di persone che lasciano il gruppo. Le classi frasi che si sentono su di loro dicono che sono dei traditori che piangono lacrime di sangue nella distruzione. Informazioni su attività sessuali con ingiurie  del tipo  ” è come buttare se stessi dal 5 ° piano di un edificio”, anche promuovere l’idea di dover affrontare un Dio severo , nel Giorno del Giudizio.

- Mascheramento, modificazione e occultamento della vera natura e del processo dei suoi insegnamenti.

- L’accumulo di proprietà e della ricchezza donata dai seguaci sotto tali pressioni.

- I problemi sociali e psicologici intensi e profondi in persone che lasciano l’organizzazione.

Brahma Kumaris incoraggia i suoi seguaci a:

* una Dieta vegana (senza cipolla, aglio e uova). Questo include cibo non preparato da mangiare “impuro” per i non seguaci come parenti e amici.

* Meditazione dalle 04.00 alle 4.45 del mattino, frequentazione dal Lunedi alla Domenica alle lezioni alle  6:00-7:30 del mattino (che includono 30 minuti di meditazione), con pausa delle attività per pochi minuti 5 volte al giorno per controllare il tipo di pensieri che un individuo ha ( questa pratica è nota come il controllo del traffico dei pensieri), e meditazione alle 19.30, dopo la  meditazione del pomeriggio il nuoto prima di andare a lezione tutti i giorni mattina e dopo i movimenti intestinali.

* Un distaccamento pratico tra genitori e figli.

* Una disconnessione emotiva e fisica tra le coppie, con i partner o con la famiglia non- BK, al fine di non creare più “problemi karmici ” con loro, che sarebbero ostacoli sul proprio cammino di purificazione.

Sotto queste pressioni gli individui sono disposti a mettere da parte la ragione e a consegnare la mente, il corpo e la ricchezza  alla volontà dei membri più elevati di BKWSU. La maggior parte di questi funzionari non sono professionalmente preparati in alcun modo. Pur essendo interessati forse dei livelli più profondi della mente umana, molti di questi membri anziani hanno avuto solo una formazione di base, per esempio tre anni di scuola  e nessuna esperienza professionale. Un anziano professore recentemente ha stimato che in India ci sono circa 20.000 i cosiddetti “insegnanti” BK che non hanno ricevuto alcuna istruzione formale. Il curriculum e i metodi di insegnamento sono stati paragonati a quelli della scuola elementare o di scuola materna in cui seguaci sono trattato in modo infantile come fossero bambini .

In questa situazione , gli individui sono soggetti a manipolazione, alla pressione dei pari sulla psiche altrui. Incondizionatamente adottano molte nuove credenze estreme nel loro desiderio di essere accettato. In tale misura la dottrina della BKWSU controlla le loro vite.

L’ex Brahma Kumaris [donna] e l’ex Brahma Kumars [uomo] sono spesso incapaci di accettare l’aiuto della famiglia, o anche un aiuto professionale. La profondità dell’esperienza di isolamento produce nel gruppo  dipendenza, solitudine e fobie.

 

Fonte: http://www.brahmakumaris.info/forum/viewtopic.php?t=2992&p=38906#p38906&utm_source=twitterfeed&utm_medium=facebook

 

********************

 

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

 

Per un approfondimento della tematica sono consigliati i seguenti link:

 

I Brahma Kumaris

 

Quello che la Brahma Kumaris non vuole che le Nazioni Unite sappiano: come lo “ShivShakti Army” cerca di “conquistare il mondo, un metro quadrato alla volta”

 

La presidente di Brahma Kumaris nega che il suo gruppo sia una setta distruttiva

 

 La sindrome dell’India

 

Jenna Miscavige Hill è stata indotta ad obbedire.

Da nipote del leader della Chiesa di Scientology, David Miscavige, è cresciuta all’interno di questa organizzazione molto controversa e potente.  Ma, a ventidue anni, Jenna si è presa una audace pausa, rischiando tutto ciò che avesse mai conosciuto e amato nel lasciare Scientology una volta per tutte. Ora, per la prima volta, lei parla della sua vita, della chiesa  e della sua drammatica fuga, analizzando approfonditamente il nucleo centrale di una religione che, per decenni, è stata oggetto di aspre discussioni e speculazioni in tutto il mondo.

Squarciando il velo di segretezza che ha a lungo avvolto il mondo di Scientology, questa indagine interna rivela senza precedenti conoscenze di prima mano della religione, le sue pratiche oscure e il suo misterioso capo – David Miscavige. Dalla sua separazione forzata dai suoi genitori come un bambino piccolo, al lavaggio del cervello in nome di un bene superiore; dalla sua mancanza di libertà personale per l’enfasi della chiesa a proposito del  reclutamento delle celebrità, Jenna va dietro le quinte della cultura oppressiva e alienante di Scientology, dettagliando un ambiente radicato nel controllo, in cui i seguaci più devoti devono spesso affrontare le pene più dure. Analizzando le voci e i pregiudizi che circondano Scientology in dettaglio sorprendente, lei descrive anche una infanzia di isolamento e di abbandono, un’infanzia che, dolorosa com’era, la preparava ad una vita dura da devota della chiesa nella Sea Org.

Nonostante questa difficoltà, è solo quando la sua famiglia giunge alla dissoluzione che il suo mondo inizia a svelare la chiesa per quello che è: un luogo spietato dove un soffocante conformismo e una potente regola esercitano il controllo psicologico con il pugno di ferro. Di fronte a una scelta straziante, viene spinta verso una fuga coraggiosa, ma non prima di essere messa di fronte ad un’altra prova inerente la famiglia, la fede e l’amore.

Subito accattivante e inquietante, “Oltre le credenze” è un’esplorazione dei limiti della religione e delle lunghe vicissitudini di una donna che l’hanno portata a liberarsi e ad aprire gli occhi.

Fonte: http://exscientologykids.com/jennas-book/

 

********************

 

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

Approfondimenti:

Scientology. Ci sono nata. Ci sono cresciuta. Sono scappata
Un libro di Miscavige Hill Jenna e Lisa Pulitzer

 

 

Di Alison George

Elizabeth Loftus

Da ricordi rimossi a  testimonianze oculari errate, la psicologa Elizabeth Loftus della University of California – Irvine, è diventata nota per i suoi lavori sulla sindrome del falso ricordo. Ella racconta ad Alison George come i ricordi possono essere evocati, e come questo processo potrebbe essere usato anche nella terapia.

 

Alison George: Ti occupi della fallibilità dei ricordi. Capita a tutti noi?

Elizabeth Loftus: Tutti noi abbiamo ricordi che sono malleabili e suscettibili di essere contaminati o integrati in qualche modo.

 

AG: Ho sentito che tu raccogli storie di falsi ricordi .

EL: Sì, per lo più imbarazzanti errori che i politici hanno fatto. Ad esempio, Mitt Romney ricordava di essere stato al Golden Jubilee – un importante festival in Michigan – poi si è scoperto che l’ evento si è verificato nove mesi prima che lui nascesse.

 

AG : Come avviene questo? Che cosa esattamente succede quando recuperiamo un ricordo?

EL: Quando ricordiamo qualcosa,  utilizziamo dei pezzi di esperienza, prendendoli a volte da tempi e luoghi diversi, e li mescoliamo tutti insieme per costruire quello che potrebbe essere percepito come un ricordo, ma che è in realtà una costruzione. Il processo di recupero cosciente può cambiare e far memorizzare qualcosa che è diverso. Noi tutti, per esempio,  inavvertitamente adottiamo una storia che abbiamo sentito – come ha fatto Romney.

 

AG: Cosa ti ha portato a studiare i  falsi ricordi ?

EL: All’inizio della mia carriera  avevo fatto alcuni studi molto teorici sulla memoria  e dopo  ho voluto lavorare su qualcosa di più pratico. La memoria dei testimoni di crimini e incidenti era un luogo naturale su cui indagare. In particolare ho analizzato ciò che accade quando le persone sono interrogate a proposito delle loro esperienze. Ho verificato come quelle domande siano un mezzo attraverso il quale le memorie vengono contaminate.

 

AG: Sei conosciuta come una che sfata l’idea dei ricordi rimossi. Perché concentrarsi su di essi?

EL: Nel 1990 abbiamo iniziato ad esaminare dei casi di recupero della memoria. C’era un caso eclatante che riguardava un uomo di nome George Franklin che era sotto processo. Sua figlia sosteneva di aver assistito all’uccisione, da parte del padre, della sua migliore amica, quando aveva 8 anni, ma che aveva ricordato questo solo dopo 20 anni. Ricordava anche  di essere stata violentata da lui e che aveva represso questo ricordo per lungo tempo. Franklin fu condannato per l’omicidio e da allora tale teoria si è diffusa nel sistema giuridico. Abbiamo iniziato ad analizzare centinaia di casi in cui le persone accusavano altri sulla base della prova della teoria della memoria repressa. Questo è quello che per primo mi ha interessato.

 

AG: Come si studia il processo di creazione di falsi ricordi ?

EL: Avevamo bisogno di un diverso paradigma per lo studio di questi tipi di ricordi. Ho sviluppato un metodo per la creazione di “ricche false memorie“, utilizzando una forte suggestione. Il primo ricordo è quello di perdersi in un centro commerciale, come un bambino.

 

AG: Quanto sono sensibili le persone a questo tipo di ricordi impiantati ?

EL: Secondo lo studio, ben il 50 per cento delle persone sviluppa una memoria falsa completa o parziale a seguito di suggestioni.

 

 

AG: Pensi che non sia possibile reprimere i ricordi di eventi traumatici ?

EL: E’ possibile non pensare a qualcosa per lungo tempo, anche qualcosa di spiacevole che ci è successo. Ma parlare in questi casi di memoria  repressa  è qualcosa che , per definizione,  è troppo estrema per essere spiegato da un semplicistico “dimenticare e ricordare”. Si sta affermando che, al fine di andare avanti nella vita, si doveva alzare un muro rispetto al ricordo, perché sarebbe troppo doloroso  vivere con esso. Poi finalmente si va in terapia e si apre una crepa attraverso la barriera della rimozione e viene fuori questa memoria incontaminata. Ma non c’è davvero alcun supporto scientifico credibile per tale nozione.

 

AG: E’ il potere della suggestione di un terapeuta che crea questi “ricordi”, allora ?

EL: Sì, un sacco di casi riguardano una psicoterapia suggestiva. Ma non c’è assolutamente bisogno della terapia. È possibile ottenere un suggerimento dalla cultura e dall’ambiente , come quando qualcuno accende Oprah e vede uno di questi terapeuti che parlano di memoria repressa, allora crede che questo sia successo a loro.

 

AG: Qual è l’obiettivo attuale della sua ricerca?

EL: Nel 2003 fui citata in giudizio dopo aver fatto pubblicato un intervento sul caso di una donna  imperniato su ricordi “repressi”, anche se io non avevo scritto il suo nome. Una volta che era finita, ho iniziato a concentrarmi sulle ripercussioni di certi tipi di falsi ricordi che tutti noi abbiamo. Una volta che prendono possesso che conseguenze possono verificarsi lungo la strada? Un modo di capire era quello di impiantare un falso ricordo che avrebbe potuto cambiare il vostro comportamento, come per esempio, che si è quello di essersi ammalato dopo aver mangiato un determinato alimento.

 

AG: Come si impiantano questi ricordi ?

EL: Usiamo una tecnica di “falso feedback“. Raccogliamo un sacco di dati dalla persona, sulla tua personalità, pensieri, su cibi diversi, ogni genere di cose. Successivamente la persona ci consegnerà questo profilo computerizzato, che rivela alcune cose che probabilmente sono accadute quando era un bambino. Nel mezzo della lista inseriamo l’informazione che egli  si è ammalato mangiando un gelato alla fragola. Noi diamo false risposte ai loro dati, e quindi consigliamo di elaborare e immaginare.

Più tardi accertiamo se si dispone di una convinzione che è capitata a quella persona. Poi gli offriamo una scelta tra una lista di  alimenti. In questo esempio abbiamo scoperto che i partecipanti non gradivano tanto il gelato alla fragola.

Studi successivi hanno dimostrato che se si impianta un falso ricordo di un certo cibo , quando si offrono alle persone quel cibo, la maggior parte di esse non lo mangia.

 

AG: Questo funziona anche con l’esagerazione di alcol?

EL: Sì. Abbiamo fatto un simile tipo di studio di un falso feedback con la vodka. Se facciamo in modo che la gente creda che prima dei 16 anni si è ammalata bevendo vodka, essa non vuole bere vodka.

 

AG: Quindi l’induzione di falsi ricordi potrebbe essere usata per scopi terapeutici, come per la riduzione del consumo di alcol ?

EL: Assolutamente sì. C’è gente che mi chiede: pensi che si potrebbero curare tutti i tipi di problemi con la tecnica del falso ricordo? Io spero che altre persona possano fare un tentativo.

 

AG: Non è che con la messa a dimora deliberata di false memorie si entra in un territorio eticamente discutibile?

EL: I terapisti probabilmente non possono eticamente farlo, essi devono utilizzare disposizioni anti-inganno nei loro standard di condotta. Ma malgoverni o le persone cattive non hanno dei requisiti di comportamento eitco. Quando abbiamo recentemente pubblicato uno studio su come impiantare falsi ricordi tra i soldati americani, ero preoccupata che stavamo mettendo fuori delle indicazioni su come si possono fare cose orribili a qualcuno e poi ripulire il loro ricordo lontano.

 

AG: Come hai fatto a condurre questo studio sui soldati americani?

EL: Uno psichiatra di nome Charles Morgan ha studiato i soldati che vanno a scuola di sopravvivenza, dove imparano cosa accadrebbe se venissero mai catturati come prigionieri di guerra. Ho avuto la possibilità di lavorare con lui  e abbiamo introdotto la disinformazione per vedere se potevamo addestrare questi soldati addestrati a mistificare i loro interrogatori. Con un evento traumatico anche i soldati altamente addestrati possono essere indotti in errore.

 

AG: C’è un modo per distinguere un falso ricordo da uno vero?

EL: Senza conferme indipendenti , poco può essere fatto per distinguere una memoria falsa da una vera.

 

AG: Potrebbe un giorno una diagnostica per immagini cerebrali essere usata per fare questo?

EL: Ho collaborato ad uno studio di imaging cerebrale nel 2010, e la conclusione sconvolgente che abbiamo raggiunto è che i modelli neurali erano molto simili tra loro, sia che fossero veri e sia che si trattasse di falsi ricordi. Siamo molto lontani dal poter osservare l’attività cerebrale di qualcuno e ottenere una classificazione affidabile di una memoria  autentica rispetto a quella che è nata attraverso un altro processo.

 

AG: Pensi che sia importante per le persone  rendersi conto di quanto sia malleabile la loro memoria?

EL: Il mio lavoro mi ha reso tollerante verso gli errori di memoria di familiari e amici. Non devi chiamare questo “bugie”. Penso che potremmo essere generosi e dico che forse si tratta di un falso ricordo.

 

Questo articolo è originariamente apparso su New Scientist .

Fonte: Slate

http://www.slate.com/articles/health_and_science/new_scientist/2013/09/elizabeth_loftus_interview_false_memory_research_on_eyewitnesses_child_abuse.html

 

********************

 

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

Approfondimenti:



The Myth of Repressed Memory

 

 

Creative Commons License Ci avrei giurato…Intervista alla nota esperta Elizabeth Loftus is licensed by Lorita Tinelli under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0 United States License.