NOCI – Nel pomeriggio del 18 si è svolto presso l’auditorium della scuola Luigi Gallo un interessante incontro di beneficenza, per proporre una riflessione sull’educazione e sul valore del gioco nell’infanzia. L’evocativo titolo “Il tendone della fantasia” è ispirato al libro di racconti della giovane autrice Maria Lucia Mastropasqua, edito dalla Carocci e disponibile presso le edicole locali.

 
Il numeroso pubblico presente è stato inizialmente trattenuto con l’emozionate filmato realizzato dall’associazione di beneficenza “L’Africa che non si appartiene” durante la permanenza in Angola. Sullo schermo si sono succeduti volti di bambini mentre ricevevano giocattoli e vestiti, momenti di gioia e di confronto con la popolazione locale. Padre Joao Dele ha così presentato la sua Angola, realtà povera appena uscita da una lunga ed estenuante guerra.

l libro dell’autrice Mastropasqua è stato fonte di ispirazione per la simpatica rappresentazione teatrale, realizzata dell’centro artistico educativo “Technè” di Alberobello. I bambini coinvolti hanno interpretato simbolicamente il viaggio di scoperta della fantasia, dello stupore, della creatività. Che fine ha fatto la fantasia? Sostituita dai videogiochi e dai cellulari? A queste domande hanno proposto una riflessione la psicologia Lorita Tinelli e lo stesso Padre Joao Dele, sottolineando il valore del gioco per una crescita serena e armoniosa dei bambini. “Se riusciste a guardare oltre il vostro naso, scoprireste che qualsiasi cosa può assumere la forma della fantasia“: un invito ai bambini, ma soprattutto agli adulti.

 

 


http://www.noci.it/incontri-e-dibattiti/763-il-tendone-della-fantasia.html